Numero

Orario:

8:00-21:00  (Lun-Ven) 

Cerca
Close this search box.

Massaggio decontratturante

Il massaggio decontratturante trova diverse indicazioni:

  • azione preventiva: un buon massaggio prima dell’allenamento permette una efficiente irrorazione sanguigna e stimola le unità contrattili del muscolo, preparandole al lavoro e riducendo il rischio di lesioni.
  • azione curativa in caso di lesione muscolare: Se la lesione è in fase acuta il massaggio va evitato, si correrebbe il rischio di fare sanguinare la ferita e peggiorare ulteriormente la situazione. Quando la lesione è cicatrizzata il massaggio è molto utile nella zona circostante dove spesso si forma una contrattura riflessa dei muscoli vicini alla lesione e sulla cicatrice stessa se rende il tessuto muscolare anelastico e prende contatto con muscoli o fasce vicine.
  • azione curativa in caso di affaticamento muscolare: l’affaticamento muscolare deriva da uno sforzo eccessivo o prolungato che causa una sensazione di pesantezza e, a volte, di dolore. Tale situazione deriva il più delle volte da una riduzione delle scorte di glicogeno e porta il tessuto muscolare ad una situazione di deficit energetico. In tale situazione il muscolo non riesce più a fornire l’energia (ATP) necessaria alla contrazione muscolare e tende a rimanere contratto. Anche in questo caso il massaggio ha un’azione curativa poiché favorisce l’apporto di ossigeno e di substrati energetici ai tessuti e contemporaneamente agisce meccanicamente favorendo il rilassamento. In caso di affaticamento si utilizzano manovre drenanti, dalla periferia verso il cuore, lente e profonde per agire fino agli strati più interni del muscolo. Ciò può essere doloroso, ma il beneficio diviene rapidamente evidente.
Facebook
Twitter
LinkedIn

Altri Articoli

Video

Riproduci video

Guarda il nostro Video  

Newsletter

Iscriviti alla nostra Newsletter